LUDWIG VAN BEETHOVEN E IL FRAMMENTO DIMENTICATO

Massimo Anfossi presenta uno dei più ampi frammenti Beethoveniani sopravvissuto  fino ad oggi, ed appartenente ai manoscritti della raccolta Kafka Skizzenbüch custodita presso il British Museum di Londra. Questo manoscritto fu successivamente catalogato da Giovanni Biamonti come Fantasia Biamonti 213.

Non essendo possibile attribuire al brano una datazione certa, non resta che collocarlo entro i limiti cronologici complessivamente attribuiti ai manoscritti del Kafka Skizzenbüch, ovvero un arco temporale compreso tra gli ultimi anni di Bonn e lo scoccare del nuovo secolo (1792-1800).
Ipotesi confermata anche dal fatto che la carta usata per il manoscritto sembra essere proprio quella di Bonn.Nel mese di Dicembre 2011, grazie alla casa discografica Inedita di Roma, è stata pubblicata la prima edizione critica  contenente i due primi movimenti di questo importante documento.


Nel mese di Aprile del 2014, Massimo Anfossi ha ricevuto l'invito da parte della prestigiosa Beethoven Haus di Bonn ad eseguire per la prima volta al mondo la Fantasia Biamonti 213 sul fortepiano Conrad GRAF del 1824 appartenuto al grande compositore tedesco.

Dettagli...

Massimo Anfossi at Beethoven's Haus in Bonn

Massimo Anfossi playning Beethven's piano Conrad Graf at Beethoven Haus in Bonn

25 avril 2014